Archivi categoria: Uncategorized

Sergente dei Paracadutisti Britannici WW II

Questa miniatura in 28 mm raffigura un sergente dei paracadutisti inglesi che svolsero un ruolo fondamentale durante lo sbarco in Normandia e nella tragica operazione Market Garden nel settembre 1944. Le truppe aviotrasportate avevano in dotazione l’uniforme standard, sopra vi indossavano il famoso giubbotto mimetico Dennison, anche l’elmetto si differenziava da quello in dotazione normalmente (quello a bacinella tipico dell’esercito Britannico), per completare la mimetizzazione l’elmetto era ricoperto da una reticella dove venivano inseriti brandelli di iuta.Il pezzo è frutto di un assemblaggio di pezzi di ditte differenti (corpo Wargames Foundry e testa Artizan)
Dopo la preparazione standard (basetta,sabbia,primer bianco) ho dato i colori di base al soldatino: mimetica (Verde oliva), calzoni (marrone uniforme inglese), buffetterie (color kaki), elmetto (verde scuro, viso e mani (carnicino), arma automatica nera, scarpe (nere).
Ho quindi dato sul pezzo(tranne sul viso e le mani ) un lavaggio con l’inchiostro verde militare, sulle parti carnicine invece ho utilizzato il color seppia; asciugato l’inchiostro ho cominciato a tracciare le macchie mimetiche sul giubbotto Dennison (ocra, marrone scuro, verde oliva). Sono passato poi a lumeggiare i pantaloni con un color kaki mischiato al marrone base, per le buffetterie ho utilizzato il kaki mischiato a sabbia e bianco; le ombreggiature le ho ottenute aggiungendo ai colori base del terra di siena bruciato. Il carnicino l’ho lumeggiato aggiungendo al base del giallo brillante e del sabbia, le ombreggiature invece sommando la base al del terra di siena bruciato.
Il terreno è stato dipinto con la tecnica del dry brush dando vari passaggi di color sabbia sempre più chiari, terminata la pittura ho aggiunto dell’erba sintetica ; l’arma automatica è stata dipinta con un passaggio di dry brush molto leggero d’argento.

WWII British Paratroops,miniatura in metallo 28 mm Artizan Designs/Wargames Foundry ,pittura e rielaborazione giallinovagabondo.
WWII British Paratroops,miniatura in metallo 28 mm Artizan Designs/Wargames Foundry ,pittura e rielaborazione giallinovagabondo.
WWII British Paratroops,miniatura in metallo 28 mm Artizan Designs/Wargames Foundry ,pittura e rielaborazione giallinovagabondo.
WWII British Paratroops,miniatura in metallo 28 mm Artizan Designs/Wargames Foundry ,pittura e rielaborazione giallinovagabondo.

FONTI UNIFORMOLOGICHE :
Andrew Mollo – ” Le forze Armate della seconda guerra mondiale – uniformi ,distintivi e organizzazione” – ISTITUTO GEOGRAFICO DE AGOSTINI
Stephen Badsey – ” Arnhem 1944,l’operazione Market-Garden – EDIZIONI DEL PRADO Eserciti e Battaglie n°38
Gregor Ferguson -” I Paracadutisti 1940-1984 ” – EDIZIONI DEL PRADO Serie Uomini in Uniforme n° 9

MechWarrior

Le miniature di oggi sono molto particolari, probabilmente sono una ristampa di vecchi pezzi usciti a imitazione o ispirazione del gioco da tavolo Battle Tech, gioco di simulazione dove giganteschi robot pilotati da umani combattevano in un mondo futuristico.

Le miniature sono in plastica semi rigida e sicuramente sono datate, non hanno una scala ben precisa comunque possiedono un loro fascino. Per prima cosa ho tolto i pezzi dall’albero di fusione, in seguito li ho lasciati a lungo immersi in un bagno di acqua e sapone per piatti (questo per toglierte tutte le possibili scorie di lavorazione)

In una seconda fase con un cutter ben affilato ho ripulito i pezzi da tutte le sbavature date dalla fusione (in questo caso molte) e poi con della carta abrasiva molto fine ho ripulito ulteriormente i Mech.

Quindi ho steso una base di primer trasparente per plastica (fondamentale per evitare il distacco di colore una volta terminata la pittura), in una seconda fase ho passato una mano di primer nero spray; asciugato il primer ho dato i colori base : verde oliva, sabbia, metallo sulle armi e azzurro nelle parti trasparenti dei mezzi. Il successivo step mi ha visto dare una mano d’inchiostro seppia su tutti pezzi, asciugato il seppia ho steso una mano d’inchiostro nero molto diluito.

Asciugati gli inchiostri sono passato a lumeggiare i Mech stemperando i colori base con tonalità più chiare e con del bianco; le ombre invece le ho stese aggiungendo tonalità più scure a quelle di base. Il tereno è stato creato mischiando terriccio da modellismo,sassolini e sughero, in seguito ho dato un color verde oliva di base e una volta asciugato il verde ho steso inchiostro verde scuro. Asciugato l’inchiostro ho passato il pennello utilizzando la tecnica del dry brus, stendendo colori sempre più chiari. Terminata la pittura ho dettagliato il tereno con erba e cespugli da modellismo.

Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo

Confederate Infantry

Oggi analizzeremo un bellissimo kit in plastica della Perry Miniatures, la confezione contiene 36 miniature da comporre indifferentemente come confederati o come unionisti, all’interno si trovano una serie di copricapi che permettono di personalizzare al massimo i pezzi.

Ho scelto i confederati in quanto permettono una grande varietà di colorazioni (sempre sulle tonalità del grigio o del marrone) , la situazione economica causata dal blocco navale posto in essere dall’Unione e i lunghi anni di guerra non permettevano spesso di avere delle vere e proprie uniformi e i capi personali abbondavano.Dopo aver preparato la miniatura (imbasettamento,e primer bianco) ho dato i colori di base Grigio intermedio per la giacca e marrone per i calzoni,carnicino per viso e mani, le buffetterie in varie tonalità del cuoio. Asciugata la base ho effettuato un lavaggio con gli inchiostri (nero molto diluito per tutta la miniatura tranne che per la pelle), per la pelle ho utilizzato un color seppia diluito. Le lumeggiature le ho fatte schiarendo il grigio e il marrone con il bianco; mentre invece le ombreggiature aggiungendo il grigio di Payne ai colori base. Per la pelle ho mischiato al carnicino di base del giallo napoli e del bianco (lumeggiature) e del rosso di marte per le ombreggiature.

Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush utilizzando prima un carnicino e poi del color panna, una volta asciutto ho dettagliato il terreno con dell’erba sintetica.

Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo
Fante Confederato, 28mm in plastica Perry Miniatures, pittura giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Philip R. Katcher – ” The Army of Northern Virginia”  OSPREY  Men-at-Arms Series n° 37

Philip R. Katcher – ” American Civil War Armies (4) : State Troops ” OSPREY  Men-at-Arms Series n° 190

David Th. Schiller – ” The American Civil War recreated in Coulour Photographs