Archivi categoria: Fantasy

Nurglins – Age of Sigmar

 

Il pezzo che analizzeremo oggi rappresenta un’orda di Nurglins, creature seguaci del demone Nurgle che nel mondo di Warhammer/ Age of Sigmar e’ il demone della pestilenza e della putrescenza.

La miniatura e’ in plastica da assemblare, e’ infatti divisa in molteplici parti che s’ incastrano alla perfezione senza necessita’ di ulteriori lavorazioni,la scala e’ il 30 mm.

Come sempre prima di iniziare la pittura vera e propria bisogna ripulire la plastica con un lavaggio con acqua e un sapone sgrassante ( ottimo il detersivo per piatti); la seconda fase prevede una rifinitura con cutter e carta abrasiva di grana molto fine , questo per levare le eventuali imperfezioni o sbavature risultato della fusione.

Vista la dimensione ridotta ho preferito dipingere il pezzo smontato, per questo ho montato le varie componenti su delle basette provvisorie in cartoncino leggero; una volta asciugata la colla vinilica ( giusto una goccia) ho spruzzato del primer nero acrilico sulle varie componenti.

A questo punto ho steso i colori di base, un verde oliva (corpo),ocra (artigli e corna), terra di siena (piaghe), rosso scuro (lingue) su tutte le componenti ho effettuato un lavaggio con un inchiostro (Athonian Camoshade della Games Workshop).

Asciugato l’inchiosto ho cominciato a lumeggiare i colori di base con tonalità più chiare mischiate a color sabbia; per le ombreggiature invece ho mixato i colori di base con del terra d’ombra bruciato.

Terminata la pittura ho assemblato tutte le componenti con della colla cianoacrilica, ritoccando eventuali sbavature con i colori corrispondenti; una volta assemblata  ho incollato il pezzo sulla basetta fornita nel kit, sulla basetta ho incollato con colla vinilicasabbia e pezzi di sughero (questi per simulare le rocce). Asciugata la colla ho dato un colore verde oliva sul terreno, passando poi in seguito diverse mani di colori sempre più desaturati con la tecnica del pennello asciutto. A questo punto ho dettagliato il tutto con erba sintetica e cespugli da modellismo.

 

Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo
Nurglins,miniature in plastica Age of Sigmar,Games Workshop,pittura Giallinovagabondo

Tanka Wanka -il Guardiano della mesa nel giardino dello sciamano

 

Qui di seguito vi presento uno “step by step” della mia interpretazione del Tanka Wanka (Alchemy miniatures) scolpito dal grande Allan Carrasco.

“Tanka Wanka? il Guardiano della mesa nel giardino dello sciamano!”

Ho immaginato il mio TW come un guerriero di guardia ad un territorio sacro, cercando di riprodurne un angolino, rigorosamente brullo ed il più possibile pianeggiante.

BASETTA (COMPOSIZIONE)

Per prima cosa ho selezionato i materiali per la composizione della basetta:

  • 1 plinto 5×5 cm
  • Sabbia da cantiere
  • Alcuni pezzi di corteccia di pino
  • Rametti
  • Bitz avanzati/ scartati da precedenti lavori (teschi e vessilli)
  • Vinavil
Materiale per basetta
Materiali per basetta : corteccia pino e sabbia cantiere
Materiali per basetta : plinto e rametti
Materiali per basetta : plinto e rametti

Dopodichè sono passato alla composizione della scena dapprima incollando sul plinto i pezzi di corteccia (gli elementi più grandi) poi nell’ordine,i rametti, i bitz e la sabbia.

Per l’incollaggio dei vari materiali sulle basette preferisco sempre utilizzare il vinavil (o una qualsiasi colla vinilica) in quanto la composizione finale risulterà essere sempre più satura ed elastica di una assemblata con il cianoacrilato (attack)…. Unico lato negativo i tempi di essiccazione

Composizione terreno
Composizione terren0

Prima di passare alla primerizzazione ho preparato i fori sulla pietra centrale per ospitare i perni di fissaggio del TW ed ho ricoperto il plinto con del nastro adesivo di carta per conservarne il colore naturale.

Ho poi posizionato provvisoriamente il TW sulla basetta per farmi un’idea del risultato finale..

Prova di posizionamento miniatura sulla basetta
Prova di posizionamento miniatura sulla basetta

BASETTA (PITTURA)

Dopo aver primerizzato il tutto con spray nero sono passato alla stesura di tutti i colori base:

Pietre: 90% Dark Flesh (GW) + 10% Black

Terra: Snakebite Leather (GW)

Teschi: Bleached Bone (GW)

Pali: Field Drab (Vallejo)

Cespugli: Leather Brown (Vallejo)

Foto Terreno colori base
Foto Terreno colori base

Lo step successivo è stato quello delle lavature che sono andato a praticare unicamente dove ho utilizzato come colore base una tonalità media (pali e teschi)

Pali: brown ink

Teschi: seppia ink

foto basetta dopo lavature
foto basetta dopo lavature

Sono poi passato alla fase delle lumeggiature

Pietre: Base > Dark Flesh (GW)

Dark Flesh (GW)+ Carmine Red (Vallejo)

Carmine Red (Vallejo)+ Bleached bone (GW)/ Ochre Brown (Vallejo)*

*Per riprodurre la classica colorazione “stratificata” delle rocce desertiche ho variato le tonalità chiare a seconda, appunto, degli strati

Foto particolari rocce
Foto particolari rocce
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Foto particolari rocce

Teschi: 90% Ochre Brown (Vallejo)+ 10%Bleached Bone (GW) + Bleached Bone (GW)> fino al Bleached Bone (GW) puro > Bleached Bone (GW) + White

Foto particolare teschio
Foto particolare teschio
Foto particolare teschio
Foto particolare teschio

Pali: 80% Field Drab (Vallejo) + 20% Leather Brown (Vallejo) + Field Drab (Vallejo) < fino al Field Drab (Vallejo) puro > Field Drab (Vallejo) + Deck Tan (Vallejo)

Cespugli: Leather Brown (Vallejo) + Chocolate Brown (Vallejo) + Deck Tan (Vallejo)

basett4
Basetta Lumeggiata

SABBIA

Per l’effetto sabbia desertica ho voluto fare un esperimento con la farina gialla (quella per la polenta),

opportunamente frullata per renderla il più fine possibile e miscelata con del pigmento marrone scuro (polvere) per attenuarne il colore.

L’applicazione alla base è stata fatta a strati: Vinavil > farina, dopo completa asciugatura, vinavil > farina.. e così via.

Questo l’effetto finale

Basetta terminata
Basetta terminata

TANKA WANKA

Come per la basetta ho iniziato con la stesura dei colori base:

Pelle: Dark Green (vallejo)

Capelli: Light Grey (Vallejo)

Pelliccia: Bestial Brown (GW)

Testa dell’arma e pietra attaccata alla cintura: 90% Dark Flesh (GW) + 10% Black (come le pietre della basetta)

Manico dell’arma: Field Drab (Vallejo)

Denti ed unghie: Bleached Bone (GW)

Miniatura concolori base
Miniatura concolori base
Miniatura con colori base
Miniatura con colori base

Successivamente ho effettuato le lavature nelle zone dove ho utilizzato come colore base una tonalità media (Pelliccia, manico dell’arma, capelli, denti ed unghie):

Pelliccia: 80% Brown Ink + 20% Black Ink

Denti/unghie: Seppia Ink

Manico dell’arma: Brown Ink

Capelli: Black Ink

inoltre ho dipinto i pochi monili metallici con base Boltgun Metal (GW), lavature Seppia Ink/Black Ink e lumeggiature Boltgun Metal (GW)+ Mithril Silver (GW) > fino al Mithril Silver (GW) puro

Miniatura dopo lavatura
Miniatura dopo lavatura
Miniatura dopo lavatura
Miniatura dopo lavatura

Ho poi iniziato le lumeggiature partendo dalla pelliccia:

Bestial Brown (GW)> Bestial Brown (GW)+ Light Brown (Vallejo) fino al Light Brown (Vallejo) puro > Light Brown (Vallejo)+ Nleached Bone (GW)

Fase lumeggiatura della pelliccia
Fase lumeggiatura della pelliccia

Il procedimento di lumeggiatura ed i colori applicati sull’arma è stato identico a quello effettuato rispettivamente sui pali e le pietre della basetta (presupponendo un utilizzo degli stessi materiali presenti nell’ambiente da parte del Tanka)

particolare arma con colori base
particolare arma con colori base
Particolare arma lumeggiata
Particolare arma lumeggiata

A questo punto ho iniziato a lumeggiare la pelle:

80% Dark Green (vallejo)+ 20% Yellow Olive (Vallejo)> + Yellow Green (Vallejo) fino al Yellow Green (Vallejo) puro > + Salmon Rose (Vallejo)

Sulla faccia del Tanka ho abbozzato il colore base di una pittura tipo “Apache”

Prime lumeggiature sulla miniatura
Prime lumeggiature sulla miniatura

Terminata la lumeggiatura su tutta la pelle del TW ho rifinito i capelli (lumeggiati con Light Grey (Vallejo) + White fino a White puro) le unghie ed i denti (Bleached Bone GW + White)

Miniatura a lumeggiature terminate
Miniatura a lumeggiature terminate
Miniatura a lumeggiature terminate
Miniatura a lumeggiature terminate

VOLTO DEL TANKA

La parte più divertente da dipingere è stata sicuramente il volto di Tanka Wanka!

Per la pittura da guerriero (come per l’arma) ho deciso di utilizzare un colore presente nell’ambiente (basetta) riprendendo il giallo ocra della sabbia:

Snakebite Leather (GW) > Snakebite Leather (GW) +Yellow Ochre (Vallejo) >fino al Yellow Ochre (Vallejo) puro > Yellow Ochre (Vallejo)+ Golden Yellow (Vallejo)

Il labbro inferiore l’ho dipinto con: Carmine Red (Vallejo) + Salmon Rose (Vallejo)+ White

I rivoletti di sangue con il Clear Red (Tamiya)

Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso
Sequenza pittura viso
Sequenza pittura viso
Sequenza pittura viso
Risultato finale pittura viso
Risultato finale pittura viso

In conclusione, a chiunque riesca a procurarsene una copia, consiglio fortemente la pittura di questa miniatura!! Il grande Carrasco ha scolpito un pezzo che, come dice il mio amico Loris, “si dipinge da solo”!

La scultura ha un’anatomia fantastica che aiuta tantissimo nel posizionamento delle luci e lo stampo (in resina) è pressochè privo di imprecisioni.

TankaWanka, miniatura in resina della Alchemy Miniatures, pittura Stefano Balestreri

TankaWanka, miniatura in resina della Alchemy Miniatures, pittura Stefano Balestreri
TankaWanka, miniatura in resina della Alchemy Miniatures, pittura Stefano Balestreri

STE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chaos Lord /Age Of Sigmar

Questo splendido pezzo è stato creato per la precedente versione di WARHAMMER FANTASY BATTLE, ma la perfetta scultura mi ha convinto a renderlo compatibile con la nuova versione del gioco (Age of Sigmar).La miniatura di circa 30mm è in plastica (pezzi da assemblare) .

Per prima cosa ho lavato i pezzi  con detersivo per piatti (questo per sgrassarlo delle impurità derivate dalla fusione) ,la seconda fase è stato l’assemblaggio (molto semplice) i pezzi sono stati incollati con della colla cianoacrilica, una volta montato il soldatino è stato posizionato su  di una basetta  tonda del diametro di 32 mm . Sulla medesima base utilizzando della colla vinilica ho incollato della sabbia da modellismo frammista a conchiglie rotte e pezzi di sughero (questi per simulare delle rocce, aggiungo che era in dotazione al pezzo un gruppo di rocce circondato da teschi); una volta asciugata la colla ho steso un velo di colore nero spray e in seguito sempre con bomboletta spray un color marrone scuro. Asciugato il marrone ho steso i colori di base : Carnicino (viso), rosso scuro (armatura eprotezioni gambe ), oro scuro (protezioni braccia e parti armatura),nero (mantello, impugnatura spada e alabarda), sabbia ( corna , teschi) ,verde oliva (terreno), cuoio(cintura e fodero spadone), marrone scuro (asta alabarda),verde oliva (lama alabarda e terreno) . Asciugati questi colori di base ho effettuato diversi lavaggi con gli inchiostri :  Sull’oro  e sul carnicino ho dato del seppia, poi su tutto il resto del nero molto diluito.

Nelle successive fasi di lumeggiatura e ombreggiatura ho mischiato i colori base con tonalità più chiare (lumeggiatura), e con del grigio di Payne nell’ombreggiatura. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush stendendo diversi strati di color sabbia sempre più chiaro, terminata la pittura la basetta è state dettagliata con cespugli e sabbia da modellismo.

Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo

 

Hammers of Sigmar/ Age of Sigmar

Questo magnifico e imponente pezzo è parte integrante della scatola base del nuovo gioco della Games Workshop uscito nel mese di luglio; Age of Sigmar il gioco che sostituisce l’ormai datato Warhammer Fantasy Battle si distingue per semplicità e in modo particolare per la bellezza delle miniature. I pezzi sono in plastica e la scala è circa 28/30 mm

Ho voluto cominciare dipingendo un componente dell’armata dei Reami Celestiali, la mia scelta è caduta su di un Hammers of Sigmar ; per prima cosa ho lavato il pezzo prescelto con detersivo per piatti (questo per sgrassarlo delle impurità derivate dalla fusione) ,la seconda fase è stato l’assemblaggio (molto semplice) il pezzo è stato incollato con della colla cianoacrilica, una volta montato è stato posizionato su di una base tonda del diametro di 32 mm . Sulla medesima base utilizzando della colla vinilica ho incollato della sabbia da modellismo frammista a conchiglie rotte e pezzi di sughero (questi per simulare delle rocce); una volta asciugata la colla ho steso un velo di colore nero spray e in seguito sempre con bomboletta spray un color Oro rossiccio. Asciugato l’oro ho dipinto alcune parti dell’armatura e lo scudo con un blu medio, rosso le impugnature delle armi e metallo scuro il martello da guerra e parti della cotta di maglia, verde oliva il terreno e sabbia scuro le rocce.

Asciugati questi colori di base ho effettuato diversi lavaggi con gli inchiostri : Sull’oro ho dato del seppia, blu scuro sul blu, poi su tutto il pezzo del nero molto diluito. Vista la particolarità del pezzo ho lavorato molto con i metalli usandone di varie tonalità sia nella fase della lumeggiatura che in quella dell’ombreggiatura, aggiungendovi anche delle punte d’argento o oro pallido. Per le parti blu e rosse ho schiarito usando delle leggere punte di bianco e viceversa aggiungendo del grigio di paine per ombreggiare. Per mettere in rilievo le parti dell’armatura ho usato del marrone scuro molto diluito e con un pennello a pelo lungo 0/4 ho tracciato delle sottili linee nelle parti a valle delle ombre. per il terreno invece ho dato varie mani di color sabbia sempre più chiaro con il metodo del dry brush, aggiungendovi poi cespugli ed erba sintetica.

Hammers Age of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo

Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo

Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo

Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Hammers of Sigmar, miniatura in plastica Games Workshop, pittura giallinovagabondo

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Warhammer Age Of Sigmar, Games Workshop Limited 2015

 

Monaco Guerriero / Warhammer Fantasy Battle

La miniatura che propongo oggi è uno splendido pezzo della Games Workhop che rappresenta un monaco guerriero dell’esercito Imperiale per il gioco Warhammer Fantasy Battle; la miniatura è resina e la dimensione è di circa 28mm. Essendo un pezzo in resina bisogna prestare molta attenzione nella fase di pulitura e assemblaggio; per prima cosa utilizzando un raschietto ho tolto tutte le sbavature, poi ho passato della carta abrasiva con grana finissima..prima di assemblare le varie componenti le ho lavate con detersivo per piatti e sciacquate abbondantemente con acqua corrente. Quindi ho assemblato il tutto con colla cianoacrilica, incollando sul terreno invece con della colla vinilica un misto di sabbia e sughero.

Asciugata la colla ho dato una mano di primer spray nero, asciugato il quale ho steso i colori di base :

rosso scuro  (tonaca e sigilli purezza))

panna (mantello e piume))

carnicino scuro (volto)

cuoio (guanti,cintura,cinghie armatura e impugnatura mazza)

marrone scuro (manico mazza)

lilla (bordo cotta maglia)

metallo brunito (armatura,mazza,cotta maglia)

oro rosso (particolari armatura,mazza)

verde oliva (terreno)

Su tutto il pezzo ho effettuato un lavaggio con del seppia e del nero, le lumeggiature sono state date schiarendo i colori di base con delle tonalità più chiare mischiate a bianco ; le ombre sono state accentuate invece aggiungendo alle varie basi dei toni leggermente più scuri che in alcuni casi sono stati resi più drammatici utilizzando del grigio di Payne.

Per il terreno invece ho utilizzato la tecnica del dry brush o pennello a secco, stendendo varie mani di sabbia sempre più chiaro e finendo poi con del bianco sulle rocce; al termine ho aggiunto erba e cespugli sintetici.

Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Monaco Guerriero,miniatura in resina 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo

 

 

 

Capitano dell’Impero

Il Capitano dell’Impero che ho dipinto proviene da un blister della Games Workshop della linea dedicata al gioco Warhammer Fantasy Battle, il pezzo è scolpito perfettamente come nello stile GW, ed è ispirato ai Lanzichenecchi Tedeschi. La miniatura è in plastica scala 28mm; per prima cosa ho sgrassato il soldatino lavandolo con detersivo per piatti, in seguito ho staccato i vari pezzi ripulendoli con un cutter ben affilato e della carta abrasiva. Il tutto è stato poi assemblato utilizzando della colla cianoacrilica (Attak o similari), la basetta era già prestampata con del terreno e vari elementi scenici; asciugata la colla ho spruzzato sul pezzo del primer spray nero.

Sono passato quindi alla fase pittorica, ho steso i colori di base :

Rosso (parte destra camicia e brache,piuma) ,nero (parte sinistra brache, cuffia),blu scuro (mantello),cuoio (cintura,borsa,parte elsa spada,calzature), panna (cappello),oro scuro(fregi armatura,elsa spada e pugnale ,decorazioni mantello e cordoni ornamentali),blu (piuma),metallo brunito (lama spada e armatura), carnicino scuro (mani e viso), ocra (barba). Finito questo passaggio su tutto il pezzo ho dato una mano d’inchiostro nero.

Nella seconda fase ho lumeggiato la miniatura schiarendo i colori utilizzati con altri colori leggermente più chiari e aggiungendovi una punta di bianco; per le ombreggiature ho utilizzato le tinte di base con un piccola aggiunta di grigio Di Payne.Per i metalli ho utilizzato punte d’argento mischiate al colore di base per schiarire i toni (questo sia per il metallo brunito che per l’oro.

Stessa procedura per il terreno, colorato in principio di verde oliva (tranne la ruota dipinta in marrone scuro) e in seguito lumeggiato con tonalità piu’chiare; per la ruta ho dato varie pennellate alternate di marrone chiaro e scuro in modo da simulare le venature del legno.

Una volta terminato il terreno ho aggiunto per dettagliarlo maggiormente dell’erba sintetica ed un cespuglio sempre sintetico.

Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Capitano Imperiale,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo

Dwarf Warrior

Questo simpatico nano guerriero è un pezzo in plastica appartenente all’esercito dei nani del gioco Warhammer Fantasy Battle; la miniatura è in scala 28mm. La prima cosa da fare è ripulirla da eventuali imperfezioni dovute alla stampa (questo utilizzando un cutter o della carta abrasiva molto fine), terminata questa semplice ma importante operazione potremo passare alla fase del lavaggio. La miniatura dovrà essere lavata con del detergente, quello dei piatti è un ottimo sgrassatore e risciacquata bene sotto un potente getto d’acqua. Una volta asciugata incolleremo il nostro nano su di una bassetta in plastica 20×20, sulla medesima base incolleremo utilizzando della colla vinilica un miscuglio di sabbia da modellismo e sughero (il sughero per simulare le rocce).A questo punto una volta asciugata perfettamente la colla, potremo stendere una mano di primer spray nero su tutto il pezzo.

Potremo quindi passare (una volta aciugato il primer) alla fase vera e propria della pittura, stendendo i colori di base : Rosso Scuro (veste),Sabbia (Veste), Cuoio (cintura,stivali,borsa,), Nocciola (manico Ascia), Carnicino Scuro (mani e volto),Ocra(barba), Metallo Brunito (lama ascia,cotta di maglia,elmo),Oro (fregi arma,e cintura,decorazioni veste), Verde Oliva (terreno). Su tutto il pezzo daremo un lavaggio di marrone seppia.

In seguito desatureremo i colori base utilizzando tonalità più chiare, aggiungendo in alcuni casi anche una punta di bianco. Le ombreggiature invece le otterremo utilizzando sempre i colori base resi più saturi aggiungendovi del Grigio di Payne.

Per il carnicino invece oltre al colore ottenuto mischiando al colore di base del sabbia e del bianco utilizzeremo anche un gel ritardante per colori acrilici; in questo modo i colori sfumeranno fondendosi insieme in modo più naturale donando nel contempo alla pelle una leggera satinatura.

Il terreno lo dipingeremo utilizzando la tecnica del Dry Brush, dando in sequenza varie mani di sabbia con tonalità sempre più chiare.

Lo scudo è stato dipinto con gli stessi colori della veste, utilizzando la stessa scala di colori e sfumature, le parti in legno sono state ottenute sovrapponendo al marrone di base delle sottili linee di tonalità più scura e più chiara. Terminata la pittura impreziosiremo il nano guerriero incollando alla base dell’erba sintetica.

Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo
Dwarf Warrior,miniatura Citadel 28 mm plastica,pittura giallinovagabondo

 

Mastro Ingegnere Imperiale

Questo affascinante pezzo è parte integrante dell’Esercito Imperiale del gioco Warhammer Fantasy Battle prodotto dalla britannica Games Workshop,l a miniatura è in metallo altezza circa 28mm. Per prima cosa ho pulito il soldatino con della carta abrasiva e un cutter affilato, in seguito è stato sgrassato con dell’essenza di petrolio; quindi è stato incollato su di una basetta quadrata da 20mm. Sulla medesima basetta è stata incollata della sabbia e del sughero in modo da simulare terreno e rocce; asciugata la colla ho spruzzato del primer nero e in seguito del marrone scuro (sempre Spray). La fase della colorazione base mi ha visto utilizzare del rosso scuro (veste), nero (brache), marrone cioccolato (abito senza maniche),cuoio (borsa utensili) metallo dorato (fregi,canocchiale), metallo brunito (utensili e canne arma),Carnicino scuro (viso,mani) grigio medio (berretto e collo abito). Stesi i colori di base ho dato un inchiostro nero su tutto il soldatino; asciugato l’inchiostro sono passato alla fase della lumeggiatura; in questo caso ho stemperato i colori dati in precedenza con delle tonalità più chiare e una punta di bianco. Per le ombreggiature invece ho saturato i colori di base con del grigio di Paine o del marrone. I colori metallici sono stati schiariti e ombreggiato aggiungendo a le tonalità di base tinte metalliche più scure o più chiare a seconda del caso. Il terreno è stato invece dipinto utilizzando la tecnica del Dry Brush , cioè stendendo tinte sempre più chiare (partendo dal sabbia e arrivando sino al bianco).

Terminata la pittura ho aggiunto dell’erba e dei cespugli sintetici.

Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Mastro Ingegnere Imperiale,miniatura metallo 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo

Night Goblin Fanatics parte prima

Oggi prenderemo in esame un kit in plastica della Games Workshop, la scatola contiene il materiale per assemblare e dipingere 3 Goblin Fanatici in scala 28mm; nella confezione sono presenti vari componenti che permettono di sbizzarrirsi nell’assemblaggio.

Elementi contenuti nella scatola Night Goblin Fanatics
Elementi contenuti nella scatola Night Goblin Fanatics

Per prima cosa metteremo il contenuto a bagno con del sapone per i piatti (ottimo sgrassatore), a questo punto dopo aver fatto asciugare il tutto possiamo scegliere le componenti che daranno forma al nostro goblin. Staccheremo i pezzi prescelti con un tronchese e li ripuliremo utilizzando un cutter e della carta abrasiva.

Cutter,tronchese e carta abrasiva fine
Cutter,tronchese e carta abrasiva fine

Finita l’opera di eliminazione delle imperfezioni date dalla fusione potremo incollare le varie componenti con della colla cianoacrilica.

Goblin montato pronto per l'imbasettamento
Goblin montato pronto per l’imbasettamento

Il nostro goblin è ora pronto per l’imbasettamento, nella confezione sono contenute delle basi in plastica tonde del diametro di 20mm; il pezzo sarà incollato sulla basetta tonda utilizzando della colla vinilica, sulla basetta medesima stenderemo un velo di colla sulla quale verseremo della sabbia fine mischiata a sassolini e in seguito vi incolleremo dei pezzetti di sughero (ricavati da un turacciolo del vino).

goblin imbasettato
Goblin imbasettato
Goblin imbasettato
Goblin imbasettato
Goblin imbasettato
Goblin imbasettato

Una volta seccata la colla daremo una mano di primer nero spray su tutto il pezzo (basetta compresa), asciugato il nero daremo una base di marrone (in questo caso è stato utilizzato il colore spray della Citadel Mourfang Brown).

Goblin dopo la colorazione marrone di base
Goblin dopo la colorazione marrone di base
Goblin dopo la colorazione marrone di base
Goblin dopo la colorazione marrone di base

Il Night Goblin Fanatico è pronto ora per la pittura…

Orco cavalcalupi

La miniatura che propongo oggi non esiste in commercio è una libera commistione di due pezzi in plastica della Games Workshop appartenenti a due differenti serie.. L’orchetto infatti proviene da una vecchia scatola base di Warhammer Fantasy Battle mentre il lupo è un mannaro in plastica del gioco di Battaglie del Signore degli Anelli; entrambi sono in scala 28mm circa.

Per prima cosa ho ripulito ambedue le miniature dalle imperfezioni di fusione, questo con un cutter ben affilato, intervenendo poi a lisciare il tutto con una carta abrasiva molto fine; l’operazione seguente è stato il lavaggio con detergente per piatti. Asciugate le componenti ho incollato il mannaro con della colla cianoacrilica (è infatti composto da diverse parti da assemblare), fissandolo pui su una basetta tonda del diametro di 40mm (basetta definitiva), sulla medesima ho incollato invece con della colla vinilica un mix di vari terricci e un pezzetto di sughero per simulare una roccia. L’orco invece è stato montato su di una base provvisoria in quanto destinato a montare il lupo mannaro; a questo punto ho dipinto di nero entrambi i pezzi utilizzando un primer spray.

Sono quindi passato a stendere i seguenti colori di base :

Lupo Mannaro : marrone rossiccio  (pelo), carnicino (pelle), rosso (lingua e occhi), sabbia (zanne e unghie)

Orchetto : rosso (calzoni e occhi), sabbia (giubba, benda e zanne), verde (pelle), cuoio (cintura e cinghie giubba), nocciola (scudo), terra d’ombra (manico mannaia e interno scudo), metallo brunito (mannaia, spallacci , piastra giubba, rivetti scudo, bracciale), cuoio scuro (stivali). Su entrambi i pezzi ho effettuato poi un lavaggio con inchiostrop seppia, tranne che per la pelle dell’orco dove invece ho utilizzato un inchiostro verde scuro.

Per dipingere il mannaro ho utilizzato la tecnica del dry brush, passando sul suo pelo varie mani di color marrone stemperato con del sabbia, poi ho evidenziato le ombre con un inchiostro nero, per la parte della pelle invece ho lumeggiato il carnicino con un miscuglio di rosa e giallo di Napoli.Per zanne e lingua ho utilizzato sempre la stessa tecnica lumeggiando con un mix di colore base stemperato con del bianco. Anche in questo caso ho poi evidenziato le ombre con del marrone scuro mixato con del nero. Il terreno della basetta è stato dipinto prima con del verde oliva, inchiostrato con del seppia , poi utilizzando sempre la tecnica del dry brush ho dato diverse mani di carnicino sempre più chiaro arrivando al bianco nell’ultimo passaggio; ho poi dettagliato il tutto con erba sintetica.

L’orchetto invece è stato dipinto lumeggiando i colori base con del bianco e ombreggiando sempre i medesimi colori con del grigio di Payne; i metalli invece sono stati schiariti con delle tonalità più chiare (argento per il metallo brunito e oro pallido per l’oro). Terminata la pittura ho rimosso la basetta provvisoria dall’orco tagliando con un tronchese anche il piedistallo di plastica che ne permetteva l’imbasettamento. Ovviamente ho dovuto ritoccarei punti di giunzione tra stivali e piedistallo. A questo punto ho incollato con della colla cianoacrilica l’orchetto sulla sua irsuta cavalcatura, il pezzo si adattava alla perfezione e non ha necessitato di adattamenti o d’inserimento di perni che lo fissassero in posizione.

Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo
Orchetto cavalcalupo, miniature plastica 28mm Games Workshop, rielaborazione e pittura giallinovagabondo