Archivi categoria: fantascienza

Imperial Space Marines Legion of the Damned

 

Lo Space Marines preso in esame oggi   era contenuto nella confezione base del gioco Warhammer 40,000 -KILL TEAM, ho scelto di dipingere il pezzo con i colori della “Legione dei Dannati” misterioso e tetro capitolo dei Space Marines .Per prima cosa soldatino è stato ripulito con un cutter e della carta abrasiva dalle imperfezioni derivanti dalla fusione , infine è stato assemblato nelle sue varie componenti (le ultime produzioni Games Workshop permettono innumerevoli scelte e personalizzazioni).

In seguito ho incollato il marines  su di una basetta provvisoria costituita da un cartoncino leggero, poi ho dato una mano di primer acrilico spray nero.

Una volta asciugato il Primer Nero ho dato i colori di base del nostro  Marines avendo optato per il Capitolo della LEGION OF DAMNED ,  ho creato sulla palette un nero dai toni particolari utilizzando nero avorio, blu francia e porpora imperiale (50% nero e 25% gli altri due) con questo colore ricopriremo l’intera miniatura, tranne le armi che invece dipingeremo con il Leadbelcher  della Citadel e del’oro; le protezioni alle ginocchia, alcune parti dello zaino e la simbologia capitolare sono stati dipinti con del sabbia, in verde oliva invece la cintura porta munizioni. Ultimata la preparazione con i colori di base ho comuinciato a sfumare il nero base aggiungendo di volta in volta o il porpora o il blu, dettagliando con il nero le varie scanalature dell’armatura. Le parti in sabbia le ho sfumate mano a mano aggiungendo toni sempre più chiari sino al bianco, medesima cosa per la cintura. Terminata questa fase ho dettagliato il marines disegnando i simboli capitolari (le fiamme) utilizzandouna sovrapposizione di rosso,giallo/arancio e bianco .Le armi sono state lumeggiate utilizzando dell’argento e dell’oro . Il viso mi ha visto utilizzare un color carne di base lumeggiato via via con tonalità più chiare e ombreggiato con un terreno d’ombra bruciato molto diluito.

Ho poi eliminato la basetta provvisoria posizionando il Marines sulla basetta in 32 mm presentata nel precedente articolo.

Space Marines ‘Legione dei Dannati’,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines ‘Legione dei Dannati’,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines ‘Legione dei Dannati’,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines ‘Legione dei Dannati’,miniatura in plastica 28mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo

 

 

Base per Eroi Warhammer 40.000

La basetta che prepareremo oggi fa parte di un kit appena commercializzato dalla Games Workshop, da questa scatola si possono trarre numerosi elementi per personalizzare le miniature della gamma warhammer 40.000; i pezzi sono di facile assemblaggio e di notevole fattura.

Per prima cosa dopo aver scelto il pezzo lo ho sottoposto ad un lavaggio con acqua e detergente per piatti, questo per sgrassarlo da eventuali lubrificanti rimasti dalla lavorazione.

I pezzi che comporranno la basetta prima dell'assemblaggio
I pezzi che comporranno la basetta prima dell’assemblaggio

Quindi lo ho assemblato utilizzando della colla cianoacrilica, una volta incollato ho usato un cutter e della carta abrasiva molto fine (000) per eliminare le imperfezioni causate dal distacco dall’albero di fusione.

Basetta montata
Basetta montata

La terza fase mi ha visto stendere su tutto il pezzo una mano di primer nero acrilico, e una seconda mano di spray acrilico verde oliva.

Basetta dopo la mano di primer spray nero
Basetta dopo la mano di primer spray nero
Basetta dopo la mano di spray acrilico verde oliva
Basetta dopo la mano di spray acrilico verde oliva

La quarta fase mi ha visto stendere con la tecnica del dry brush varie mani leggerissime di color sabbia e color metallo, questo per rendere l’idea di travi metalliche dipinte di verde ormai usurate e arrugginite.

Basetta durante la fase del dry brush
Basetta durante la fase del dry brush

Quindi ho dettagliato le parti utilizzando sia degli inchiostri che dei colori tecnici della Games Workshop (ruggine e ossido) sia per mettere in rilievo le rivettature presenti sia i contorni e gli spessori.

Basetta dettagliata
Basetta dettagliata

 

MechWarrior

Le miniature di oggi sono molto particolari, probabilmente sono una ristampa di vecchi pezzi usciti a imitazione o ispirazione del gioco da tavolo Battle Tech, gioco di simulazione dove giganteschi robot pilotati da umani combattevano in un mondo futuristico.

Le miniature sono in plastica semi rigida e sicuramente sono datate, non hanno una scala ben precisa comunque possiedono un loro fascino. Per prima cosa ho tolto i pezzi dall’albero di fusione, in seguito li ho lasciati a lungo immersi in un bagno di acqua e sapone per piatti (questo per toglierte tutte le possibili scorie di lavorazione)

In una seconda fase con un cutter ben affilato ho ripulito i pezzi da tutte le sbavature date dalla fusione (in questo caso molte) e poi con della carta abrasiva molto fine ho ripulito ulteriormente i Mech.

Quindi ho steso una base di primer trasparente per plastica (fondamentale per evitare il distacco di colore una volta terminata la pittura), in una seconda fase ho passato una mano di primer nero spray; asciugato il primer ho dato i colori base : verde oliva, sabbia, metallo sulle armi e azzurro nelle parti trasparenti dei mezzi. Il successivo step mi ha visto dare una mano d’inchiostro seppia su tutti pezzi, asciugato il seppia ho steso una mano d’inchiostro nero molto diluito.

Asciugati gli inchiostri sono passato a lumeggiare i Mech stemperando i colori base con tonalità più chiare e con del bianco; le ombre invece le ho stese aggiungendo tonalità più scure a quelle di base. Il tereno è stato creato mischiando terriccio da modellismo,sassolini e sughero, in seguito ho dato un color verde oliva di base e una volta asciugato il verde ho steso inchiostro verde scuro. Asciugato l’inchiostro ho passato il pennello utilizzando la tecnica del dry brus, stendendo colori sempre più chiari. Terminata la pittura ho dettagliato il tereno con erba e cespugli da modellismo.

Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo