Space Orks Boyz – Modifica

Questa miniatura della Citadel in plastica scala 28mm rappresenta un orchetto spaziale da utilizzare per il gioco Warhammer 40,000, il soldatino fa parte della scatola denominata  Ork Boyz, nella confezione si ha la possibilità di assemblare dieci orki spaziali con differenti possibilità di montaggio. Avendo in precedenza utilizzato i piedi di uno dei pezzi per un’altra rielaborazione mi trovavo un pezzo mutilato, ho quindi preso due meccanismi facenti parte di un mezzo di un altro gioco di fantascienza e con pochi colti di cutter e aggiustamenti con carta abrasiva ho sostituito i piedi con delle protesi meccaniche..

Ho quindi assemblato il pezzo scegliendo accuratamente le varie componenti (corpo ,armi , testa ) le ho per prima cosa ripulite utilizzando un cutter e della carta abrasiva molto sottile, ho assemblato il tutto utilizzando una colla cianoacrilica ; la miniatura è stata poi posizionata su di una base tonda del diametro di 20mm; sulla medesima base ho incollato con della colla vinilica della sabbia da modellismo; asciugata la colla ho spruzzato l’orco con del primer spray nero. Sono passato quindi a dare i colori di base : rosso(pantaloni),cuoio scuro (giubba), vari metalli (armi e borchie), verde scuro (viso),scacchi  neri e rossi(perizoma), cuoio (cintura e bracciali); stesi i colori ho dato un lavaggio d’inchiostro nero .Nella fase della lumeggiatura ho utilizzato i colori di base sfumati con varie punte di bianco, per i metalli invece sono passato a sfumature più chiare (esempio metallo brunito lumeggiato con argento); viceversa le ombreggiature le ho stese aggiungendo del nero ai colori di base. Per il terreno, che precedentemente avevo dipinto con un terra di siena bruciato e poi lavato con dell’inchiostro verde scuro, ho utilizzato la tecnica del dry brush passando varie tonalità di carnicino sempre più chiare, al termine ho dettagliato il tutto con dell’erba sintetica da modellismo.

Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo
Ork Boyz, miniatura plastica Games Workshop scala 28 mm, pittura e rielaborazione giallinovagabondo

 

 

 

Fonti Uniformologiche :

Warhammer 40,00 – ” Codex Orki” – Games Workshop

Moschettiere Scots Covenanters

Questo ulteriore articolo su come realizzare  un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, riguarderà un moschettiere .Il pezzo è in plastica e fa parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione la miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato il moschettiere su di una base quadrata 20×20 mm, aggiungendovi anche della sabbia da modellismo ferroviario. A questo punto sul pezzo ho spruzzato del primer bianco spray,quindi dopo l’asciugatura ho steso i primi colori di base. Come colorazione del reggimento ho scelto quella classica grigio ferro per giubba e pantaloni (erano possibili altre scelte molto più colorate).,cuoio per buffetteriee fodero spada ,marrone scuro scarpe,panna colletto camicia,maniche,calze, azzurro grigiastro per il berretto,carnicino base per viso e man, per il terreno ho utilizzato un verde oliva.

A questo punto ho dato un lavaggio con inchiostro nero al soldatino e un seppia al terreno.

Nella fase della lumeggiatura ho schiarito il grigio ferro di base aggiungendo del grigio chiaro; per il cuoio ho utilizzato del giallo ocra , per il panna invece del bianco; le ombreggiature le ho fatte mischiando ai colori base del grigio di Payne. Il viso e le mani le ho lumeggiate aggiungendo al carnicino base del giallo brillante e del sabbia. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush sovrapponendo vari strati di carnicino e sabbia sempre più chiari. Terminato il terreno ho aggiunto dell’erba sintetica.

Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

 

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

Zkaglia degli Spaces Orks

Questa Zkaglia degli Space Orks proviene da un kit in resina creato dalla Games Workshop per il gioco Warhammer 40,000, il pezzo è parte integrante dell’esercito degli Orks. Per prima cosa ho lavato le componenti della scatola con del sapone per piatti, questo per sgrassarle e rendere la pittura più agevole, poi con un cutter e una mini cesoia ho separato le parti dall’albero di fusione ripulendole da eventuali sbavature, ho quindi assemblato le varie parti con della colla cianoacrilica (Super Attak); la Zkaglia è stata pozionata su di una base quadrata di plastica 40×40 previamente testurizzata con del colore Lustrian Undergrowth della Citadel. Una volta asciugato il tutto ho dato una base di primer spray nero su tutto il pezzo; utilizzando quindi la tecnica del Dry Brush ho dato una mano di grigio sulle parti in rilievo della bombarda, con la stessa tecnica ho dato un color metallo brunito sulla camera di scoppio e sulle ruote. In seguito ho lumeggiato le parti metalliche con del colore più chiaro (argento e oro) dettagliando con del colore più scuro le parti eventualmente sottoposte ad usura. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush passando in varie fasi tonalità sempre più chiare di carnicino e aggiungendo poi dell’erba sintetica.

Zkaglia, miniatura resina scala 28mm Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Zkaglia, miniatura resina scala 28mm Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Zkaglia, miniatura resina scala 28mm Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Zkaglia, miniatura resina scala 28mm Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Zkaglia, miniatura resina scala 28mm Games Workshop, pittura giallinovagabondo
Zkaglia, miniatura resina scala 28mm Games Workshop, pittura giallinovagabondo

I due serventi al pezzo, due buffissimi Gretchin hanno subito il medesimo trattamento iniziale, lavaggio e rifinitura, sono state poi incollate su due basette tonde del diametro di 20mm sulle quali è stato incollato  del Lustrian Undergrowth della Citadel e del sughero per imitare le rocce; quindi anche loro sono state dipinte con del primer nero spray. Asciugato il primer  ho dato i colori di base Verde (corpo ), marroncino (calzoni) sabbia (denti), metallo brunito (chiave inglese e cacciavite), a questo punto ho dato un lavaggio di verde e seppia (inchiostri), asciugati gli inchiostri ho lumeggiato i due artiglieri con delle tonalità più chiare dei colori base, e ombreggiato aggiungendo alle basi del grigio di Payne; per il terreno ho utilizzato lo stesso metodo del terreno della Zkaglia. Su quello dei Gretchin ho aggiunto anche dei cespugli sintetici.

Kakkole, miniature scala 28mm in resina Games Workshop pittura giallinovagabondo
Gretchin, miniature scala 28mm in resina Games Workshop pittura giallinovagabondo
Kakkole, miniature scala 28mm in resina Games Workshop pittura giallinovagabondo
Gretchin, miniature scala 28mm in resina Games Workshop pittura giallinovagabondo

 

Fonti Uniformologiche :

Warhammer 40,00 – ” Codex Orki” – Games Workshop

Southern Militia American War of Indipendence

Questi soldatini in 28mm di metallo della Perry Miniatures rappresentano dei Patrioti Americani appartenenti alle Milizie del Sud ; i combattenti della guerra d’Indipendenza Americana erano spesso volontari che non disponevano nè di armi nè di uniformi,e sovente indossavano i loro abiti da contadini o gli abiti da caccia a volte decorati con monili indiani. I pezzi che propongo oggi hanno una tenuta estiva tipica delle zone del sud degli Stati Uniti.

Dopo aver ripulito le miniature e averla incollateinsieme all’ambientazione su di una basetta 20×20 ho dato una mano di primer bianco sull’intero lavoro; poi ho cominciato a stendere i primi colori di base; essendo abbigliati in tenuta civile ho optato per colori di tonalità sabbia, kaki e nocciola, per la carnagione ho scelto un carnicino rosato, il terreno è stato dipinto con un verde oliva e le rocce di grigio scuro; a questo punto sulle miniature  ho steso un velo d’inchiostro marrone seppia.

Nella fase della lumeggiatura ho aggiunto ai colori di base utilizzati per gli abiti del color panna e del bianco, per il viso e le mani ho aggiunto al carnicino rosato del giallo brillante sfumato con del bianco.Nella fase delle ombreggiature invece ho utilizzato del terra di siena bruciato aggiunto ai colori base. Il terreno è stato poi dipinto con la tecnica del Dry Brush utilizzando 4 tonalità differenti di carnicino sempre più chiare; alla fine su alcuni pezzi ho aggiunto dell’erba e un cespuglio sintetici .

Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo
Southern Militia AIW, miniature metallo 28 mm Perry Miniatures,pittura Giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Marston-Benn-Anderson- ” Liberty or Death ” – OSPREY PUBLISHING

John Milsop- ” Continental Infantryman of the American Revolution ” – OSPREY PUBLISHING serie Warrior n°68

Autocostruzione di una Killa Kan – Pittura

Una volta asciugato completamente il primer nero ho utilizzato la tecnica del dry brush o pennello a secco, la tecnica consiste nel ripulire il pennello da quasi tutto il colore (questo con della carta da cucina tipo scottex ) e quindi stenderlo sulle parti in rilievo della miniatura. Il pennello usato è un pennello n° 2 in pelo di bue, in precedenza avevo tagliato la punta lasciando solo la parte centrale del pennello (volendo si possono utilizzare anche pennelli a lingua di gatto). Ho steso quindi i colori con questa tecnica: un grigio scuro (parte centrale gambe e torretta della Killa ), metallo brunito e oro sulle armi e apparato motore); terminata questa fase ho dato dell’inchiostro nero e seppia su tutta la miniatura, lumeggiando in seguito le parti metalliche con dell’oro e dell’argento. Sulla parte centrale e le gambe ho riutilizzato la tecnica del dry brush stendendo una mano di color sabbia (mano molto leggera), questo per simulare l’usura del colore e la polvere. Sono passato quindi a disegnare una scacchiera bianca e rossa sia sul ventre del mezzo orchesco sia sulla torretta, terminata la pittura ho delineato la scacchiera con del colore ad olio molto diluito color terra d’ombra (questo per simulare la ruggine). I cavi li ho dipinti color verde militare, lavandoli poi  con il terra d’ombra usato per delineare gli scacchi. Per il terreno ho utilizzato sempre il pennello a secco dando varie mani di carnicino sempre più chiaro, terminando poi con una spolverata di bianco; ho dettagliato il tutto con dei cespugli e dell’erba sintetica.

Lattina Assassina, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Killa Kan, autocostruzione e pittura giallinovagabondo

 

Lattina Assassina, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Killa Kan, autocostruzione e pittura giallinovagabondo

 

Lattina Assassina, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Killa Kan, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Lattina Assassina, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Killa Kan, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Lattina Assassina, autocostruzione e pittura giallinovagabondo
Killa Kan , autocostruzione e pittura giallinovagabondo

 

Fonti Uniformologiche :

Warhammer 40,00 – ” Codex Orks” – Games Workshop