Imperial Space Marines 2016

In occasione del trentesimo anniversario della pubblicazione delle regole del Gioco Warhammer 40.000 la Games Workshop ha posto in vendita un Kit riproducente l’Imperial Space Marines creato all’epoca, ovviamente con il gusto e i materiali di oggi…il primo Marines era in lega di piombo, tozzo e con i particolari poco evidenti, quello odierno ha un alto dettaglio è in plastica e prevede l’assemblaggio.

Come sempre per prima cosa ho messo a bagno, con acqua e detergente per piatti per qualche ora l’intero kit smontato. Dopo averlo sciacquato bene sotto un potente getto d’acqua e fatto asciugare ..ho proceduto al lavoro di montaggio.

I pezzi coincidono bene e non hanno bisogno di particolari pulizie, solo nelle parti a contatto con l’albero di fusione ho dovuto prestare attenzione e rifinire il taglio con della carta abrasiva molto fine.

L’assemblaggio è avvenuto utilizzando colla cianoacrilica, il soldatino è stato incollato su una basetta dove in precedenza si erano posizionati degli elementi scenici in plastica della Games Workshop, elementi creati proprio per Warhammer 40.000 e della sabbia da modellismo, con del pietrisco creato con del sughero (tagliato e sminuzzato).

Terminato l’assemblaggio e attesa l’asciugatura della colla ho dato su tutto il pezzo una mano di primer spray nero. Sono passato quindi alla prima fase della pittura, su tutto il pezzo (escluse arma ,protezione ginocchia e gomiti,terreno) ho dato un colore blu scuro, sull’arma un color canna di fucile e su gomiti e ginocchia un rosso rubino. In seguito ho effettuato un lavaggio con dell’inchiostro nero.

Le lumeggiature le ho date stemperando i colori di base con tonalità più chiare, mentre invece le ombreggiature le ho ottenute saturando i colori di base con del grigio di Payne o del nero. Per quanto riguarda le parti dipinte color metallo ho dettagliato e evidenziato le parti in rilievo utilizzando dell’inchiostro ad effetto lucido. Ho dipinto poi il simbolo capitolare degli Ultramarines invertendo  il colore (il blu è diventato bianco e viceversa).

La basetta è stata dipinta prima in ocra, poi con vari passaggi utilizzando la tecnica del pennello a secco (Dry Brush) sovrapponendo varie sfumature di sabbia sempre più desaturate ho portato le rovine sino quasi ad un grigio pietra chiara, ho aggiunto poi dell’erba e dei cespugli sintetici per modellismo.

Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo

 

Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Space Marines 2016,miniatura in 28mm, plastica,Games Workshop,pittura giallinovagabondo