Archivi tag: Scozzesi

Picchieri Scots Covenanters

Questo nuovo articolo su come realizzare  un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, parlerà della pittura di due picchieri . I

pezzi sono in plastica e fanno parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione le miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato i soldatini su di una base quadrata 20×20 mm, aggiungendovi anche della sabbia da modellismo. A questo punto ho spruzzato il primer bianco, dopo l’asciugatura del bianco ho iniziato a stendere i colori di base; sulle parti ricoperte dall’armatura ho dato per prima cosa del nero (questo per permettere al color metallo di assumere un maggiore risalto). Come colorazione di base ho dato un ocra (per la veste in cuoio indossata sotto il pettorale della corazza e per i guanti), grigio (per i calzoni e giubba), bianco (calze e collo camicia), metallo brunito (corazza e parti metalliche picca ed elmo), marrone scuro (cinturone), oro scuro (elsa spada), carnicino opaco (viso),marrone nocciola (picca e capelli),verde oliva per il terreno; sui pezzi ho dato poi un lavaggio di inchiostro color seppia. Nella seguente fase di lumeggiatura ho schiarito i colori di base con delle leggere punte di bianco, questo tranne che per il carnicino dove invece ho mischiato del giallo brillante e del bianco al colore base. Per le ombreggiature ho utilizzato i colori di base mischiati a del grigio di Payne, per il viso invece ho utilizzato del terra di siena bruciata . I colori metallici sono stati lumeggiati con una tonalità più chiara (argento e oro brillante) mentre per le ombreggiature ho utilizzato del marrone scuro mischiato a del grigio di Payne evidenziando le scanalature e le piastre dell’armatura . Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush, passando col pennello ripulito delle eccedenze di colore varie tonalità di carnicino, concludendo con un passaggio finale di bianco, ho aggiunto poi dell’erba sintetica da modellismo.

Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchieri Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchieri Scots Covenanters, miniature plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchieri Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchieri Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

 

Picchiere Scots Covenanters

Questo sesto articolo su come realizzare  un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, parlerà della pittura di un picchiere . Il pezzo è in plastica e fa parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione la miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato il soldatino su di una base quadrata 20×20 mm, aggiungendovi anche della sabbia da modellismo. A questo punto ho spruzzato il primer bianco, dopo l’asciugatura del bianco ho iniziato a stendere i colori di base; sulle parti ricoperte dall’armatura ho dato per prima cosa del nero (questo per permettere al color metallo di assumere un maggiore risalto). Come colorazione di base ho dato un ocra (per la veste in cuoio indossata sotto il pettorale della corazza e per i guanti), grigio (per i calzoni e giubba),grigio ferro (berretto), bianco (calze e collo camicia), metallo brunito (corazza e parti metalliche picca), marrone scuro (cinturone), oro scuro (elsa spada), carnicino opaco (viso),marrone nocciola (picca e capelli),verde oliva per il terreno; su tutto il pezzo ho dato poi un lavaggio di inchiostro color seppia. Nella seguente fase di lumeggiatura ho schiarito i colori di base con delle leggere punte di bianco, questo tranne che per il carnicino dove invece ho mischiato del giallo brillante e del bianco al colore base. Per le ombreggiature ho utilizzato i colori di base mischiati a del grigio di Payne, per il viso invece ho utilizzato del terra di siena bruciata . I colori metallici sono stati lumeggiati con una tonalità più chiara (argento e oro brillante) mentre per le ombreggiature ho utilizzato del marrone scuro mischiato a del grigio di Payne evidenziando le scanalature e le piastre dell’armatura . Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush, passando col pennello ripulito delle eccedenze di colore varie tonalità di carnicino, concludendo con un passaggio finale di bianco, ho aggiunto poi dell’erba sintetica da modellismo.

 

Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

 

 

Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

Picchiere Scots Covenanters, miniatura plastica 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

Ufficiale Scots Covenanters

Questo quinto articolo su come realizzare  un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, tratterà la pittura di un ufficiale . Il pezzo è in metallo e fa parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione la miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato il soldatino su di una base quadrata 20×20 mm, aggiungendovi anche della sabbia da modellismo ferroviario. A questo punto ho spruzzato il primer bianco, dopo l’asciugatura del bianco ho iniziato a stendere i colori di base; Gli ufficiali ovviamente avevano un abbigliamento più elegante e ricercato della semplice truppa . Per questo ho  optato per un colore rosso rubino sia per l’abito che per i calzoni, berretto grigio ferro, pelle color carnicino. Dopo aver dato la base ho effettuato un lavaggio color seppia per il viso e le mani e il terreno , un rosso scuro per l’abito e un nero per le scarpe. Le lumeggiature le ho fatte aggiungendo al rosso rubino dell’abito delle tonalità più vive di rosso, aggiungendo anche una punta di bianco,al grigio ferro del berretto ho aggiunto del bianco, al carnicino ho mischiato del sabbia e del giallo brillante e del bianco. La fase dell’ombreggiatura mi ha visto utilizzare del rosso mischiato al grigio di Payne per l’abito; grigio ferro più grigio di Payne per il berretto, le ombre del viso le ho ottenute usando del carnicinio mischiato a terra di siena bruciata. Per il terreno ho usato la tecnica del dry brush dando varie mani di color sabbia sul verde oliva usato come base, al termine ho dettagliato il terreno con erba sintetica.

Ufficiale Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Ufficiale Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Ufficiale Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Ufficiale Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Ufficiale Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Ufficiale Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

 

Cornamusa Scots Covenanters

Questo quarto articolo su come realizzare  un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, riguarderà un suonatore di cornamusa  .Il pezzo è in metallo e fa parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione la miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato il soldatino su di una base quadrata 20×20 mm, aggiungendovi anche della sabbia da modellismo ferroviario. A questo punto ho spruzzato il primer bianco, dopo l’asciugatura del bianco ho iniziato a stendere i colori di base; il suonatore di Cornamusa è parte integrante del gruppo comando e come tale aveva un soldo maggiore rispetto ai suoi compagni, per questo aveva un abbigliamento più ricercato. Ho optato per un colore rosso per l’abito, calzoni grigi , berretto grigio ferro, pelle color carnicino. Dopo aver dato la base ho effettuato un lavaggio color seppia per il viso e le mani e il terreno , un rosso scuro per l’abito e un nero per le scarpe. Le lumeggiature le ho fatte aggiungendo al rosso dell’abito delle tonalità più vive di rosso, aggiungendo anche una punta di bianco,al grigio ho aggiunto del bianco (medesima cosa per il berretto), al carnicino ho mischiato del sabbia e del giallo brillante e del bianco. La fase dell’ombreggiatura mi ha visto utilizzare del rosso mischiato al grigio di Payne per l’abito, sempre del grigio di Payne aggiunto al grigio base per i calzoni; grigio ferro più grigio di Payne per il berretto, le ombre del viso le ho ottenute usando del carnicinio mischiato a terra di siena bruciata. Per il terreno ho usato la tecnica del dry brush dando varie mani di color sabbia sul verde oliva usato come base, al termine ho dettagliato il terreno con erba sintetica aggiungendo anche un elmo con morione abbandonato

Suonatore Cornamusa Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Suonatore Cornamusa Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Suonatore Cornamusa Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo
Suonatore Cornamusa Scots Covenanters, miniatura Warlord Games 28 mm metallo, pittura giallinovagabondo

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

Moschettiere Scots Covenanters

Questo terzo articolo su come realizzare  un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, riguarderà un moschettiere .Il pezzo è in plastica e fa parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione la miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato il moschettiere su di una base quadrata 20×20 mm, aggiungendovi anche della sabbia da modellismo ferroviario. A questo punto sul pezzo ho spruzzato del primer bianco spray,quindi dopo l’asciugatura ho steso i primi colori di base. Come colorazione del reggimento ho scelto quella classica grigio ferro per giubba e pantaloni (erano possibili altre scelte molto più colorate).,cuoio per buffetteriee fodero spada ,marrone scuro scarpe,panna colletto camicia,maniche,calze, azzurro grigiastro per il berretto,carnicino base per viso e mani, per il terreno ho utilizzato un verde oliva.

A questo punto ho dato un lavaggio con inchiostro nero al soldatino e un seppia al terreno.

moschettiere dopo il lavaggio
moschettiere dopo il lavaggio
moschettiere dopo il lavaggio
moschettiere dopo il lavaggio

Nella fase della lumeggiatura ho schiarito il grigio ferro di base aggiungendo del grigio chiaro; per il cuoio ho utilizzato del giallo ocra , per il panna invece del bianco; le ombreggiature le ho fatte mischiando ai colori base del grigio di Payne. Il viso e le mani le ho lumeggiate aggiungendo al carnicino base del giallo brillante e del sabbia. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush sovrapponendo vari strati di carnicino e sabbia sempre più chiari. Terminato il terreno ho aggiunto dell’erba sintetica.

Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Moschettiere Scots Covenanters, 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

 

 

Portabandiera Scots Covenanters

Oggi analizzeremo passo passo la pittura di un portabandiera scozzese della Guerra Civile Inglese, il pezzo proviene dal box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’, nella confezione sono contenute alcune bandiere di carta, ma noi proveremo a realizzarne una con le nostre mani.

CREAZIONE BANDIERA

Per prima cosa ci procureremo un foglio per sbalzo su rame, con un righello tracceremo i contorni da ritagliare seguendo le dimensioni delle bandiere fornite nella scatola.

Foglio di lamiera metallica
Foglio di lamiera metallica

Come seconda fase daremo una mano di smalto grigio opaco sulla bandiera ritagliata, lo smalto ha una resa migliore sul metallo,l’acrilico potrebbe saltare via durante le fasi della pittura o del gioco; lasciato asciugare per circa 6 ore lo smalto tracceremo con una matita grassa il disegno della croce di Sant Andrea su entrambi i lati.

Bandiera con primer e disegno di base
Bandiera con primer e disegno di base

Stenderemo quindi i colori di base un panna chiaro per la croce e un azzurro intenso per il fondo; la bandiera scozzese da numerosi fonti viene definita di color cielo, ma non esistevano le codifiche che esistono attualmente con dei parametri certi di gradazione.

bandiera con colori base
bandiera con colori base

A questo punto daremo una forma alla bandiera imitando il movimento del tessuto provocato dal vento, adesso si potranno finalmente effettuare le lumeggiature per il fondo utilizzando il blu base insieme a dell’azzurro e del bianco, per la croce utilizzeremo il panna base mischiato al bianco. Le ombreggiature le otterremo unendo del grigio di payne unito al blu per il fondo, e del sabbia per la croce. Terminata la pittura dettaglieremo il perimetro della croce con del nero. Adesso arriva la fase più impegnativa per la realizzazione della bandiera, cioè la pittura dei motti che i combattenti scozzesi ricamavano sulle loro insegne; per questa operazione useremo un pennello in pelo di martora a pelo corto n° 00, il ‘ricamo’ sarà fatto con colore bianco.

bandiera terminata
bandiera terminata

PITTURA SOLDATINO

Come per il Sergente dei Covenanters ho scelto un blu grigio  per giacca e un grigio per i calzoni, ocra per il corpetto, marrone per guanti e scarpe, terra di siena bruciato per cinturone ,fodero spada, grigio azzurro per il berretto, sabbia calze,marrone scuro manico asta, metalli per l’elsa della spada .Per il carnicino ho usato una tonalità scura,il terreno è stato dipinto di verde oliva militare. Sul pezzo ho poi effettuato un lavaggio con inchiostro molto diluito nero,tranne che sul volto dove ho usato un color seppia.

Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo
Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo

Asciugato il lavaggio sono passato a lumeggiare la miniatura utilizzando il bianco per le parti grigie e bluastre e mischiando al color ocra del panna per schiarire il corpetto, il corpetto è stato poi impreziosito con delle bordature rosse; per gli altri colori ho usato delle tonalità leggermente più chiare. L’ombreggiatura è stata effettuata mischiando al colore base del grigio di payne; per il volto le lumeggiature sono state fatte mischiando al carnicino di base del giallo napoli,del sabbia chiaro e del bianco; per l’ombreggiatura ho utilizzato del terra di siena bruciata.

Il terreno è stato dipinto utilizzando la tecnica del dry brush con vari passaggi di color sabbia sempre più chiaro, aggiungendo  poi la basetta con dell’erba sintetica da modellismo; terminata la pittura ho incollato con colla cianoacrilica la bandiera precedente dipinta sull’asta brandita dal soldatino, dopo averla incollata ho modellato ulteriormente le pieghe in modo da dare l’impressione di una bandiera mossa dal vento.

Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo
Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo
Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo
Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo
Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo
Portabandiera Scots Covenanters, miniatura 28mm in metallo Warlord Games, pittura giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25

 

Sergeant Scots Covenanters

Questo articolo fa parte di una serie che ci porterà a realizzare un reparto di soldati scozzesi di fanteria del periodo della Guerra Civile Inglese, il pezzo è in metallo e fa parte del box  SCOTS COVENANTERS commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ‘Pike & Shotte’. Nella confezione sono inserite ben 24 miniature così suddivise : 24 moschettieri, 12 picchieri, 1 capitano, 1 portabandiera,1 sergente, 1 suonatore di cornamusa; tutti i pezzi sono in plastica ad esclusione del gruppo comando.

Dopo aver ripulito dalle scorie derivate dalla fusione la miniatura (utilizzando un cutter e carta abrasiva finissima), ho incollato il sergente su di una basetta di plastica misura 20×20 mm, quindi ho incollato sulla basetta medesima della sabbia per modellismo ferroviario; a questo punto il soldatino era pronto per la spruzzata di primer bianco .

la miniatura preparata per la colorazione di base
la miniatura preparata per la colorazione di base

Quindi sono passato a stendere i colori di base : grigio scuro per giacca e calzoni, ocra per il corpetto, marrone per guanti e scarpe, terra di siena bruciato per cinturone ,fodero spada, grigio azzurro per il berretto e la fascia, sabbia calze,marrone scuro manico alabarda, metalli per l’elsa della spada e alabarda.Per il carnicino ho usato una tonalità scura,il terreno è stato dipinto di verde oliva militare. Sul pezzo ho poi effettuato un lavaggio con inchiostro molto diluito nero,tranne che sul volto dove ho usato un color seppia.

Asciugato il lavaggio sono passato a lumeggiare la miniatura utilizzando il bianco per le parti grigie e mischiando al color ocra del panna per schiarire il corpetto; per gli altri colori ho usato delle tonalità leggermente più chiare. L’ombreggiatura è stata effettuata mischiando al colore base del grigio di payne; per il volto le lumeggiature sono state fatte mischiando al carnicino di base del giallo napoli,del sabbia chiaro e del bianco; per l’ombreggiatura ho utilizzato del terra di siena bruciata.

Il terreno è stato dipinto utilizzando la tecnica del dry brush con vari passaggi di color sabbia sempre più chiaro, e impreziosendo poi la basetta con dell’erba sintetica da modellismo.

sergentecov 2

 

Sergeant Scots Covenanters,English Civil War,miniatura metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Sergeant Scots Covenanters,English Civil War,miniatura metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Keith Roberts – ” Soldiers of the English Civil War 1: Infantry” – OSPREY ELITE SERIES n°25