Sergenti Ospitalieri

I pezzi che proveremo a dipingere oggi rappresentano dei Sergenti dell’Ordine Militare dei Cavalieri Ospitalieri (in seguito cavalieri di Malta). Le miniature prodotte dalla Gripping Beast sono in metallo scala 28mm. Per prima cosa ho ripulito le miniature con del detergente sgrassatore, in seguito utilizzando della carta abrasiva molto fine ho levato le sbavature dovute alla fusione. Terminata questa fase ho incollato i pezzi su delle basette provvisorie in cartoncino ,poi ho steso la prima mano di primer spray nero, asciugata questa prima mano ho dato una seconda mano con uno spray marrone cioccolato.

Sono quindi passato a dare i colori di base , essendo 4 pezzi non posso dilungarmi con precisione su tutti i colori utilizzati, i seguenti sono quelli comuni alla maggiorparte delle miniature dipinte: nero (tunica,mantello), marrone scuro (armatura di cuoio), verde oliva (calzoni),cuoio (calzature,cintura,cinghie,fodero spada), metallo (cotta di maglia,elmo,lama spada), bronzo (piastre di metallo armatura di cuoio), oro scuro (elsa spada,particolari elmo).

Su tutti i pezzi ho quindi dato due lavature d’inchiostro ; la prima seppia e la seconda nero.

Nella successiva fase della lumeggiatura ho utilizzato i colori di base schiarendoli con tonalità più desaturate (utilizzando colori più chiari o stemperandoli con sabbia chiaro) per dare più possibilità di sfumatura ho mischiato i colori con un ritardante acrilico.

In seguito ho ombreggiato i Sergenti mixando i colori di base con del Grigio di Payne o con del Terreno d’Ombra Scuro

Negli scudi sono stati prima dipindi gli sfondi (fronte e retro) poi le parti in metallo (bordo e ombone) poi dettagliati con i simboli utilizzati dai Cavalieri Crociati appartenenti agli Ordini Militari.

Non ho imbasettato singolarmente le miniature in quanto essendo da utilizzarsi nel gioco prevedevo di fare una basetta unica per tutti e quattro i pezzi.

 

Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo
Sergenti Ospitalieri,miniature in metallo 28 mm Gripping Beast,pittura giallinovagabondo

Fonti Uniformologiche :

Terence Wise,Richard Scollins – The Knights of Christ-Osprey Military ,Men At-Arms Series 155

Ian Heath – Armies and Enemies of the Crusades 1096-1291-WRG Group Publication

Tanka Wanka -il Guardiano della mesa nel giardino dello sciamano

 

Qui di seguito vi presento uno “step by step” della mia interpretazione del Tanka Wanka (Alchemy miniatures) scolpito dal grande Allan Carrasco.

“Tanka Wanka? il Guardiano della mesa nel giardino dello sciamano!”

Ho immaginato il mio TW come un guerriero di guardia ad un territorio sacro, cercando di riprodurne un angolino, rigorosamente brullo ed il più possibile pianeggiante.

BASETTA (COMPOSIZIONE)

Per prima cosa ho selezionato i materiali per la composizione della basetta:

  • 1 plinto 5×5 cm
  • Sabbia da cantiere
  • Alcuni pezzi di corteccia di pino
  • Rametti
  • Bitz avanzati/ scartati da precedenti lavori (teschi e vessilli)
  • Vinavil
Materiale per basetta
Materiali per basetta : corteccia pino e sabbia cantiere
Materiali per basetta : plinto e rametti
Materiali per basetta : plinto e rametti

Dopodichè sono passato alla composizione della scena dapprima incollando sul plinto i pezzi di corteccia (gli elementi più grandi) poi nell’ordine,i rametti, i bitz e la sabbia.

Per l’incollaggio dei vari materiali sulle basette preferisco sempre utilizzare il vinavil (o una qualsiasi colla vinilica) in quanto la composizione finale risulterà essere sempre più satura ed elastica di una assemblata con il cianoacrilato (attack)…. Unico lato negativo i tempi di essiccazione

Composizione terreno
Composizione terren0

Prima di passare alla primerizzazione ho preparato i fori sulla pietra centrale per ospitare i perni di fissaggio del TW ed ho ricoperto il plinto con del nastro adesivo di carta per conservarne il colore naturale.

Ho poi posizionato provvisoriamente il TW sulla basetta per farmi un’idea del risultato finale..

Prova di posizionamento miniatura sulla basetta
Prova di posizionamento miniatura sulla basetta

BASETTA (PITTURA)

Dopo aver primerizzato il tutto con spray nero sono passato alla stesura di tutti i colori base:

Pietre: 90% Dark Flesh (GW) + 10% Black

Terra: Snakebite Leather (GW)

Teschi: Bleached Bone (GW)

Pali: Field Drab (Vallejo)

Cespugli: Leather Brown (Vallejo)

Foto Terreno colori base
Foto Terreno colori base

Lo step successivo è stato quello delle lavature che sono andato a praticare unicamente dove ho utilizzato come colore base una tonalità media (pali e teschi)

Pali: brown ink

Teschi: seppia ink

foto basetta dopo lavature
foto basetta dopo lavature

Sono poi passato alla fase delle lumeggiature

Pietre: Base > Dark Flesh (GW)

Dark Flesh (GW)+ Carmine Red (Vallejo)

Carmine Red (Vallejo)+ Bleached bone (GW)/ Ochre Brown (Vallejo)*

*Per riprodurre la classica colorazione “stratificata” delle rocce desertiche ho variato le tonalità chiare a seconda, appunto, degli strati

Foto particolari rocce
Foto particolari rocce
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Foto particolari rocce

Teschi: 90% Ochre Brown (Vallejo)+ 10%Bleached Bone (GW) + Bleached Bone (GW)> fino al Bleached Bone (GW) puro > Bleached Bone (GW) + White

Foto particolare teschio
Foto particolare teschio
Foto particolare teschio
Foto particolare teschio

Pali: 80% Field Drab (Vallejo) + 20% Leather Brown (Vallejo) + Field Drab (Vallejo) < fino al Field Drab (Vallejo) puro > Field Drab (Vallejo) + Deck Tan (Vallejo)

Cespugli: Leather Brown (Vallejo) + Chocolate Brown (Vallejo) + Deck Tan (Vallejo)

basett4
Basetta Lumeggiata

SABBIA

Per l’effetto sabbia desertica ho voluto fare un esperimento con la farina gialla (quella per la polenta),

opportunamente frullata per renderla il più fine possibile e miscelata con del pigmento marrone scuro (polvere) per attenuarne il colore.

L’applicazione alla base è stata fatta a strati: Vinavil > farina, dopo completa asciugatura, vinavil > farina.. e così via.

Questo l’effetto finale

Basetta terminata
Basetta terminata

TANKA WANKA

Come per la basetta ho iniziato con la stesura dei colori base:

Pelle: Dark Green (vallejo)

Capelli: Light Grey (Vallejo)

Pelliccia: Bestial Brown (GW)

Testa dell’arma e pietra attaccata alla cintura: 90% Dark Flesh (GW) + 10% Black (come le pietre della basetta)

Manico dell’arma: Field Drab (Vallejo)

Denti ed unghie: Bleached Bone (GW)

Miniatura concolori base
Miniatura concolori base
Miniatura con colori base
Miniatura con colori base

Successivamente ho effettuato le lavature nelle zone dove ho utilizzato come colore base una tonalità media (Pelliccia, manico dell’arma, capelli, denti ed unghie):

Pelliccia: 80% Brown Ink + 20% Black Ink

Denti/unghie: Seppia Ink

Manico dell’arma: Brown Ink

Capelli: Black Ink

inoltre ho dipinto i pochi monili metallici con base Boltgun Metal (GW), lavature Seppia Ink/Black Ink e lumeggiature Boltgun Metal (GW)+ Mithril Silver (GW) > fino al Mithril Silver (GW) puro

Miniatura dopo lavatura
Miniatura dopo lavatura
Miniatura dopo lavatura
Miniatura dopo lavatura

Ho poi iniziato le lumeggiature partendo dalla pelliccia:

Bestial Brown (GW)> Bestial Brown (GW)+ Light Brown (Vallejo) fino al Light Brown (Vallejo) puro > Light Brown (Vallejo)+ Nleached Bone (GW)

Fase lumeggiatura della pelliccia
Fase lumeggiatura della pelliccia

Il procedimento di lumeggiatura ed i colori applicati sull’arma è stato identico a quello effettuato rispettivamente sui pali e le pietre della basetta (presupponendo un utilizzo degli stessi materiali presenti nell’ambiente da parte del Tanka)

particolare arma con colori base
particolare arma con colori base
Particolare arma lumeggiata
Particolare arma lumeggiata

A questo punto ho iniziato a lumeggiare la pelle:

80% Dark Green (vallejo)+ 20% Yellow Olive (Vallejo)> + Yellow Green (Vallejo) fino al Yellow Green (Vallejo) puro > + Salmon Rose (Vallejo)

Sulla faccia del Tanka ho abbozzato il colore base di una pittura tipo “Apache”

Prime lumeggiature sulla miniatura
Prime lumeggiature sulla miniatura

Terminata la lumeggiatura su tutta la pelle del TW ho rifinito i capelli (lumeggiati con Light Grey (Vallejo) + White fino a White puro) le unghie ed i denti (Bleached Bone GW + White)

Miniatura a lumeggiature terminate
Miniatura a lumeggiature terminate
Miniatura a lumeggiature terminate
Miniatura a lumeggiature terminate

VOLTO DEL TANKA

La parte più divertente da dipingere è stata sicuramente il volto di Tanka Wanka!

Per la pittura da guerriero (come per l’arma) ho deciso di utilizzare un colore presente nell’ambiente (basetta) riprendendo il giallo ocra della sabbia:

Snakebite Leather (GW) > Snakebite Leather (GW) +Yellow Ochre (Vallejo) >fino al Yellow Ochre (Vallejo) puro > Yellow Ochre (Vallejo)+ Golden Yellow (Vallejo)

Il labbro inferiore l’ho dipinto con: Carmine Red (Vallejo) + Salmon Rose (Vallejo)+ White

I rivoletti di sangue con il Clear Red (Tamiya)

Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso miniatura
Sequenza pittura viso
Sequenza pittura viso
Sequenza pittura viso
Sequenza pittura viso
Risultato finale pittura viso
Risultato finale pittura viso

In conclusione, a chiunque riesca a procurarsene una copia, consiglio fortemente la pittura di questa miniatura!! Il grande Carrasco ha scolpito un pezzo che, come dice il mio amico Loris, “si dipinge da solo”!

La scultura ha un’anatomia fantastica che aiuta tantissimo nel posizionamento delle luci e lo stampo (in resina) è pressochè privo di imprecisioni.

TankaWanka, miniatura in resina della Alchemy Miniatures, pittura Stefano Balestreri

TankaWanka, miniatura in resina della Alchemy Miniatures, pittura Stefano Balestreri
TankaWanka, miniatura in resina della Alchemy Miniatures, pittura Stefano Balestreri

STE

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MechWarrior

Le miniature di oggi sono molto particolari, probabilmente sono una ristampa di vecchi pezzi usciti a imitazione o ispirazione del gioco da tavolo Battle Tech, gioco di simulazione dove giganteschi robot pilotati da umani combattevano in un mondo futuristico.

Le miniature sono in plastica semi rigida e sicuramente sono datate, non hanno una scala ben precisa comunque possiedono un loro fascino. Per prima cosa ho tolto i pezzi dall’albero di fusione, in seguito li ho lasciati a lungo immersi in un bagno di acqua e sapone per piatti (questo per toglierte tutte le possibili scorie di lavorazione)

In una seconda fase con un cutter ben affilato ho ripulito i pezzi da tutte le sbavature date dalla fusione (in questo caso molte) e poi con della carta abrasiva molto fine ho ripulito ulteriormente i Mech.

Quindi ho steso una base di primer trasparente per plastica (fondamentale per evitare il distacco di colore una volta terminata la pittura), in una seconda fase ho passato una mano di primer nero spray; asciugato il primer ho dato i colori base : verde oliva, sabbia, metallo sulle armi e azzurro nelle parti trasparenti dei mezzi. Il successivo step mi ha visto dare una mano d’inchiostro seppia su tutti pezzi, asciugato il seppia ho steso una mano d’inchiostro nero molto diluito.

Asciugati gli inchiostri sono passato a lumeggiare i Mech stemperando i colori base con tonalità più chiare e con del bianco; le ombre invece le ho stese aggiungendo tonalità più scure a quelle di base. Il tereno è stato creato mischiando terriccio da modellismo,sassolini e sughero, in seguito ho dato un color verde oliva di base e una volta asciugato il verde ho steso inchiostro verde scuro. Asciugato l’inchiostro ho passato il pennello utilizzando la tecnica del dry brus, stendendo colori sempre più chiari. Terminata la pittura ho dettagliato il tereno con erba e cespugli da modellismo.

Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo
Mech Warrior, miniatura in plastica, pittura giallinovagabondo

Crom il Conquistatore -Age of Sigmar

Questa splendida miniatura  è stata creata per la precedente versione di WARHAMMER FANTASY BATTLE, ma la perfetta scultura mi ha convinto a renderlo compatibile con la nuova versione del gioco (Age of Sigmar).La miniatura di circa 30mm è in metallo (vari pezzi da assemblare) .

Per prima cosa ho lavato i pezzi  con dell’ alcol denaturato  (questo per sgrassarlo delle impurità derivate dalla fusione) ,la seconda fase è stato l’assemblaggio (molto semplice) i pezzi sono stati incollati con della colla cianoacrilica, una volta montato il soldatino è stato posizionato su  di una basetta  tonda del diametro di 32 mm . Sulla medesima base utilizzando della colla vinilica ho incollato della sabbia da modellismo frammista a conchiglie rotte e pezzi di sughero (questi per simulare delle rocce ); una volta asciugata la colla ho steso un velo di colore nero spray e in seguito sempre con bomboletta spray un color marrone scuro. Asciugato il marrone ho steso i colori di base :  rosso scuro (armatura,elmo,scudo), oro scuro (spuntoni gambe,corna,e parti scudo spada,parti elmo cavaliere), nero (mantello, impugnatura spada ), sabbia ( corna ) ,verde oliva (terreno e lama spada), cuoio(cintura e stivali), marrone scuro (manico ascia ),verde oliva (terreno),carnicino (parti interne mantello), metallo scuro (lama ascia ,elmo cavaliere e cotta di maglia) . Asciugati questi colori di base ho effettuato diversi lavaggi con gli inchiostri :  Sull’oro  e sul carnicino ho dato del seppia, poi su tutto il resto del nero molto diluito.Nelle successive fasi di lumeggiatura e ombreggiatura ho mischiato i colori base con tonalità più chiare (lumeggiatura), e con del grigio di Payne nell’ombreggiatura. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush stendendo diversi strati di color sabbia sempre più chiaro, terminata la pittura la basetta è state dettagliata con cespugli e sabbia da modellismo.

Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo
Crom,miniatura in metallo Games Workshop,Age of Sigmar,pittura giallinovagabondo

Jewish Brigade Group- wwII

Le miniature che propongo oggi fanno parte del WWII British Infantry plastic boxed set commercializzato dalla britannica Warlord Games per il regolamento ” BOLT ACTION “, la scatola comprede 25 miniature in plastica da assemblare scala 28mm.

Per prima cosa ho sgrassato i pezzi  mettendoli a bagno in una bacinella con acqua e sapone liquido per piatti, quindi ho scelto i pezzi e le armi da montare ripulendo in seguito i soldatini dalle imperfezioni derivate dalla fusione ,questo utilizzando un cutter dalla punta fine e della carta abrasiva molto sottile, in una seconda fase ho incollato le miniature su delle basette di plastica tonde diametro 20mm; sulle medesime basette ho aggiunto della sabbia per modellismo e del sughero (in modo da simulare il terreno), sul tutto una volta asciugato ho dato una mano di primer spray nero.

Per la pittura ho deciso di trasformare i soldati britannici in soldati della Brigata Ebraica,

Come colore di base ho scelto quindi un Brown Violet della Vallejo (serie model color), con questo ho fatto l’uniforme, per le buffetterie e le ghette un kaki (sempre Vallejo), Elmetto un Russian Uniform (Vallejo), viso e mani un carnicino scuro,il terreno è stato dipinto con verde oliva; sul tutto ho steso una mano d’inchiostro seppia.

Nella fase della lumeggiatura ho utilizzato i colori di base stemperandoli con del bianco, tranne che per il carnicino al quale ho aggiunto del sabbia e del giallo brillante; le ombreggiature le ho date mischiando ai colori di base del grigio di payne (tranne che per il carnicino al quale ho aggiunto invece del terra di Siena bruciata). Una volta terminata la pittura dei soldatini ho rimosso i pezzi dalle basi provvisorie e li ho incollati sulla piattaforma definitiva. Sulla base ho incollato con della colla vinilica un miscuglio di sabbia di varie dimensioni e del sughero (per simulare le rocce), una volta asciugata la colla ho dato una mano di terra di Siena, sulla quale ho effettuato un lavaggio con inchiostro nero. Il terreno è stato poi dipinto utilizzando la tecnica del dry brush e passando varie mani di ocra diluite con del bianco, sovrapponendo tonalità sempre più chiare; terminata la pittura del terreno ho aggiunto dei cespugli e dell’erba sintetica.

Sull’ uniforme ho disegnato anche i simboli contraddistinguevano questa brigata.

Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Jewish Brigade,miniature plastica 28mm,Warlord Games,pittura giallinovagabondo

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Andrew Mollo – ” Le forze Armate della seconda guerra mondiale – uniformi ,distintivi e organizzazione” – ISTITUTO GEOGRAFICO DE AGOSTINI

 

Chaos Lord /Age Of Sigmar

Questo splendido pezzo è stato creato per la precedente versione di WARHAMMER FANTASY BATTLE, ma la perfetta scultura mi ha convinto a renderlo compatibile con la nuova versione del gioco (Age of Sigmar).La miniatura di circa 30mm è in plastica (pezzi da assemblare) .

Per prima cosa ho lavato i pezzi  con detersivo per piatti (questo per sgrassarlo delle impurità derivate dalla fusione) ,la seconda fase è stato l’assemblaggio (molto semplice) i pezzi sono stati incollati con della colla cianoacrilica, una volta montato il soldatino è stato posizionato su  di una basetta  tonda del diametro di 32 mm . Sulla medesima base utilizzando della colla vinilica ho incollato della sabbia da modellismo frammista a conchiglie rotte e pezzi di sughero (questi per simulare delle rocce, aggiungo che era in dotazione al pezzo un gruppo di rocce circondato da teschi); una volta asciugata la colla ho steso un velo di colore nero spray e in seguito sempre con bomboletta spray un color marrone scuro. Asciugato il marrone ho steso i colori di base : Carnicino (viso), rosso scuro (armatura eprotezioni gambe ), oro scuro (protezioni braccia e parti armatura),nero (mantello, impugnatura spada e alabarda), sabbia ( corna , teschi) ,verde oliva (terreno), cuoio(cintura e fodero spadone), marrone scuro (asta alabarda),verde oliva (lama alabarda e terreno) . Asciugati questi colori di base ho effettuato diversi lavaggi con gli inchiostri :  Sull’oro  e sul carnicino ho dato del seppia, poi su tutto il resto del nero molto diluito.

Nelle successive fasi di lumeggiatura e ombreggiatura ho mischiato i colori base con tonalità più chiare (lumeggiatura), e con del grigio di Payne nell’ombreggiatura. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush stendendo diversi strati di color sabbia sempre più chiaro, terminata la pittura la basetta è state dettagliata con cespugli e sabbia da modellismo.

Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo
Khaos Lord, miniatura plastica 30mm Games Workshop,pittura giallinovagabondo

 

Early Imperial Romans Balearic Slingers contubernium

Le miniature che presento fanno parte del blister “ Early Imperial Romans Balearic Slingers contubernium” commercializzato dalla britannica Warlord Games; il kit comprende 8 differenti miniature in  metallo scala 28mm; i soldatini sono stati creati per essere utilizzati con il regolamento ” HAIL CAESAR “. Una volta ripulite le miniature ho incollato i frombolieri  su una basetta quadrata in plastica dimensioni 20×20, sulle medesime  ho incollato con colla vinilica della sabbia da modellismo e pezzi di sughero.  In seguito sui soldatini ho passato del primer nero spray, una volta asciugato il primer ho comiciato a dare i colori di base : sabbia  per la veste , nocciola per le brache, rosso scuro per il mantello, carnicino scuro per la pelle, marrone cuoio per cintura,calzari e  la fionda, grigio scuro barba ,sul terreno ho dato del verde oliva.

Terminata la pittura di base sono passato alla fase del lavaggio con gli inchiostri, su tutti i pezzi ho dato un inchiostro color seppia.

Nella fase della lumeggiatura ho aggiunto ai colori di base delle punte di bianco, tranne che per i metalli dove ho utilizzato delle tonalità più chiare (argento e oro brillante), per il carnicino ho utilizzato invece il colore di base con del giallo brillante e del bianco. Per le ombreggiature invece mixato i colori di base con del grigio di payne, questo tranne che per la pelle dove ho usato un terra di siena bruciato mischiato al colore di base.

Il terreno è stato dipinto con la tecnica del dry brush passando varie mani di color sabbia sempre più chiaro, al termine ho dettagliato il tutto con dell’erba sintetica.

Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo
Balearic Slingers Contubernium, miniature in metallo 28mm Warlord Games,pittura giallinovagabondo

 

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Michael Simkins – ” L’esercito Romano da Cesare a Traiano ” EDIZIONI DEL PRADO serie ESERCITI E BATTAGLIE n°75

Michael Simkins – ” L’esercito Romano da Adriano a Costantino “  EDIZIONI DEL PRADO serie ESERCITI E BATTAGLIE n°75

Bloodreavers di Korne /Age of Sigmar

Questi magnifici  pezzi sono parte integrante della scatola base del nuovo gioco della Games Workshop uscito nel mese di luglio; Age of Sigmar il gioco che sostituisce l’ormai datato Warhammer Fantasy Battle si distingue per semplicità e in modo particolare per la bellezza delle miniature. I pezzi sono in plastica e la scala è circa 28/30 mm

Per prima cosa ho lavato i pezzi prescelti con detersivo per piatti (questo per sgrassarlo delle impurità derivate dalla fusione) ,la seconda fase è stato l’assemblaggio (molto semplice) i pezzi sono stati incollati con della colla cianoacrilica, una volta montati sono stati posizionati su  basette tonde del diametro di 32 mm . Sulle medesime basi utilizzando della colla vinilica ho incollato della sabbia da modellismo frammista a conchiglie rotte e pezzi di sughero (questi per simulare delle rocce); una volta asciugata la colla ho steso un velo di colore nero spray e in seguito sempre con bomboletta spray un color marrone scuro. Asciugato il marrone ho steso i colori di base : Carnicino e Marrone (corpo), rosso scuro (protezioni gambe e calzoni), oro scuro (protezioni braccia e parti armatura),nero (perizoma e pelliccia), sabbia (pelliccia, gambali  e corna elmi)  ,verde oliva ( terreno). Asciugati questi colori di base ho effettuato diversi lavaggi con gli inchiostri :  Sull’oro  e sul carnicino ho dato del seppia, poi su tutto il resto del nero molto diluito.

Nelle successive fasi di lumeggiatura e ombreggiatura ho mischiato i colori base con tonalità più chiare (lumeggiatura), e con del grigio di Payne nell’ombreggiatura. Il terreno è stato dipinto con la tecnica del Dry Brush stendendo diversi strati di color sabbia sempre più chiaro, terminata la pittura la basette sono state dettagliate con cespugli e sabbia da modellismo.

Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo
Bloodreavers di Korne, miniature 30mm circa in plastica Games Workshop per Age of Sigmar, pittura giallinovagabondo

WWII British Paratroops

Queste miniature in 28 mm della Artizan designs raffigurano una squadra di paracadutisti britannici della Seconda Guerra Mondiale , i paracadutisti inglesi svolsero un ruolo fondamentale durante lo sbarco in Normandia e nella tragica operazione Market Garden nel settembre 1944. Le truppe aviotrasportate avevano in dotazione l’uniforme standard, sopra vi indossavano il famoso giubbotto mimetico Dennison, anche l’elmetto si differenziava da quello in dotazione normalmente (quello a bacinella tipico dell’esercito Britannico), per completare la mimetizzazione l’elmetto era ricoperto da una reticella dove venivano inseriti brandelli di iuta.

Dopo la preparazione standard (basetta,sabbia,primer bianco) ho dato i colori di base ai soldatini : mimetica (Verde oliva), calzoni (marrone uniforme inglese), buffetterie (color kaki), elmetto (verde scuro, viso e mani (carnicino), arma automatica nera, scarpe (nere),basco (amaranto).

Ho quindi dato su tutte le miniature(tranne sul viso e le mani ) un lavaggio con l’inchiostro verde militare, sulle parti carnicine invece ho utilizzato il color seppia; asciugato l’inchiostro ho cominciato a tracciare le macchie mimetiche sul giubbotto Dennison (ocra, marrone scuro, verde oliva). Sono passato poi a lumeggiare i pantaloni con un color kaki mischiato al marrone base, per le buffetterie ho utilizzato il kaki mischiato a sabbia e bianco; le ombreggiature le ho ottenute aggiungendo ai colori base del terra di siena bruciato. Il carnicino l’ho lumeggiato aggiungendo al base del giallo brillante e del sabbia, le ombreggiature invece sommando la base al del terra di siena bruciato.

Il terreno è stato dipinto con la tecnica del dry brush dando vari passaggi di color sabbia sempre più chiari, terminata la pittura ho aggiunto dell’erba sintetica ; l’arma automatica è stata dipinta con un passaggio di dry brush molto leggero d’argento.

WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo
WWII British Paratroops,miniature in metallo 28 mm Artizan Designs,pittura giallinovagabondo

FONTI UNIFORMOLOGICHE :

Andrew Mollo – ” Le forze Armate della seconda guerra mondiale – uniformi ,distintivi e organizzazione” – ISTITUTO GEOGRAFICO DE AGOSTINI

Stephen Badsey – ” Arnhem 1944,l’operazione Market-Garden – EDIZIONI DEL PRADO Eserciti e Battaglie n°38

Gregor Ferguson -” I Paracadutisti 1940-1984 ” – EDIZIONI DEL PRADO Serie Uomini in Uniforme n° 9

Bastione Imperiale per Warhammer 40,000 seconda parte

Dopo aver scelto tutti li elementi per comporre la fortificazione ho cominciato a stendere con un grosso pennello un miscuglio di sabbia,colla vinilica e colore verde oliva sul polistirolo; questo per dare una sorta di texture che potesse somigliare al cemento o al granito e che in fase di pittura potesse rendere il massimo.

polistirolo dopo il passaggio con vinavil,sabbia e colore
polistirolo dopo il passaggio con vinavil,sabbia e colore
polistirolo dopo il passaggio con vinavil,sabbia e colore
polistirolo dopo il passaggio con vinavil,sabbia e colore
particolare del polistirolo dopo il passaggio con vinavil,sabbia e colore
particolare del polistirolo dopo il passaggio con vinavil,sabbia e colore

Mentre attendevo l’asciugatura del bastione mi sono dedicato alla pittura delle componenti in plastica; per prima cosa ho dato una mano di primer nero, poi ho steso una mano di verde oliva su alcuni pezzi e metallo scuro su altri, in seguito ho dato un lavaggio di color seppia.

componenti da aggiungere in seguito al bastione
componenti da aggiungere in seguito al bastione

Asciugato il tutto ho dato (con la tecnica del Dry Brush) varie mani di color sabbia sempre più chiaro (questo sulle componenti dipinte in verde oliva) in modo da evidenziare i punti in rilievo e simulare usura e polvere. Sulle parti in metallo sempre con la medesima tecnica ho dato dei colori argentei. Infine do contornato le parti a valle con del nero molto diluito e con un colore tecnico della Citadel ( Typhus Corrosion).

Terminato con le strutture da applicare al termine della pittura sono passato a dipingere il corpo centrale del basione, anche in questo caso ho utilizzato la tecnica del pennello a secco, ho dato infatti varie mani sempre più blande di color carnicino,sabbia e giallo di Napoli. Questo sia sul bastione che sul terreno, quindi con della colla cianoacrilica ho applicato le strutture esterne (armi,torrette ecc.)

Come fase finale ho dettagliato il tutto con dell’erba e dei cespugli sintetici.

particolare bastione terminato
particolare bastione terminato
particolare bastione terminato
particolare bastione terminato
Bastione terminato
Bastione terminato
Bastione Terminato visuale dall'alto
Bastione Terminato visuale dall’alto

Modellismo-Wargames-Soldatini-Storia-Uniformologia